NASCITA DI UN’IDEA

Enrico e Tommaso, insieme da sempre per ragioni di discendenza e passione comune.  Biker da circa trent’anni: prima semplici appassionati escursionisti, poi sfegatati agonisti, ma anche meccanici, istruttori e allenatori, sempre attenti alle novità ed allo sviluppo tecnologico del settore.

In tutto questo tempo, spesso impegnati a cambiare camere d’aria, copertoni tagliati, cerchi bozzati, raggi divelti; quando non addirittura cambi, catene e forcellini “centrifugati” da pneumatici impazziti fuori dalla loro sede, si è deciso che era tempo di trovare qualcosa che limitasse al minimo i danni da “pizzicatura”.

Così ci siamo adoperati per trovare qualcosa di simile alla “Mousse” delle moto da Enduro, ma che fosse nello stesso tempo anche leggera da poterla usare con soddisfazione in Mtb, mantenendo, anche in pedalata, prestazioni soddisfacenti.


Alla fine, dopo circa un anno di ricerche sui materiali e test sul campo è nata “SoulCiccia”, rivelatasi subito un successo fin dalle prime uscite sui campi di gara: tanto che dopo averla testata in prova, alcuni atleti del Team CMC Cycling Experience, non sono più riusciti a farne a meno, portandola infine al successo nella gara Superenduro di LaThuile 2017 ed al secondo posto nell’omonimo circuito di gare, dall’ottimo Nicola Casadei.
Dopo questi riscontri positivi, diversi atleti/e di alto livello nazionale hanno voluto testare le “SoulCiccia” rimanendone favorevolmente impressionati, tanto che al momento sono molti i Team e gli atleti di rilievo supportati ufficialmente. Per tutti vogliamo ricordare Marcello Pesenti del Team Marchisio, Campione Italiano Enduro 2019 nonchè Trionfatore del Trofeo “Superenduro”


Un ringraziamento particolare a tutte quelle persone che hanno contribuito alla nascita di SoulCiccia, a cominciare da Tommaso Botti: primo ispiratore e tester iniziale; Valerio Poloni: primo fornitore; Igino Tesser: consulenza materiali; Tobia Poloni, Nicola Casadei, Erwin Ronzon, Riccardo Garbuio, Carlo Zortea: atleti del Team CMC; Alessio Grassia, il “Team CMC Cycling Experience” e “4Guimp”: per la preziosa consulenza e ospitalità nel loro stand alle gare; “last but not least” Elisa e Fabio di “Sottobosco” per il prezioso contributo alla creazione del marchio ed alla sua diffusione.
Harry Bangs