TWIN SOLUTION – Tutti i vantaggi dei vari sistemi di protezione in unica soluzione.

 

 

 

In questi giorni siamo presenti all’ Italian Bike Festival presso lo stand Mandelli a presentare la nostra ultima creazione: un nuovo tipo di inserto per tubeless che affronta il problema con un approccio diverso.

Venite a trovarci e saremo felici di di darvi tutte le informazioni possibili.

 

UN PO’ DI CHIAREZZA – Viaggio nell’universo degli Inserti per tubeless

“Mousse” “salsicciotti” “antiforatura”… con camera, senza camera, rotondi, sagomati, piatti, rigidi o morbidi, leggeri o pesanti… ma il liquido ci và? E chi più ne ha più ne metta…

Parliamo di inserti di protezione per ruote di Mtb, sono apparsi circa quattro anni fa: al principio erano pochissimi produttori che avevano sviluppato, senza sapere uno dell’altro e ciascuno con un approccio diverso, un prodotto innovativo che sarebbe entrato subito a far parte del corredo di una moderna Mtb: la cosiddetta mousse antiforatura.

Poi, sull’onda del successo di questi, è cominciata a proliferare una miriade di cloni, più o meno riusciti (più meno che più…) con efficacia (e costo) a volte imbarazzante; tanto da far credere ad una parte di sfortunati utilizzatori che l’inserto per protettivo non funziona e quindi tanto vale tornare al tubeless normale.

Tutto questo è successo e succede ancora, perchè molti utilizzatori, per poche conoscenze tecniche o voglia di informarsi, si fidano del negoziante poco attento o della pubblicità, cadendo spesso nell’acquisto sbagliato. Vediamo di capire meglio il perchè.

Iniziamo subito col dire quali dovrebbero essere le caratteristiche ottimali di un buon “inserto protettivo” come credo sia più giusto chiamarlo:

– prima di tutto l’effettiva protezione da “pizzicature” con conseguente foratura o danni al cerchio;

– poi seguono la leggerezza e la possibilità di correre con pneumatico sgonfio (runflat);

– l’aiuto in tutte le situazioni di fuoristrada sconnesso e tecnico, rendendo la guida più stabile, più scorrevole e meno affaticante, oltre che aumentare notevolmente il grip, sia in discesa che in salita;

– per ultime, ma non per questo meno importanti, la facilità di montaggio e, inutile dirlo, l’impermeabilità al liquido sigillante.

Purtroppo, quasi tutte queste caratteristiche sono in conflitto con la principale, infatti, se voglio più protezione dovrò aggiungere peso e, pur conservando l’aspetto “runflat” fatalmente il risultato sarà anche un prodotto più rigido, quindi meno performante sotto l’aspetto scorrevolezza, assorbimento, manovrabilità e grip, oltre che più difficile da montare.

Oltretutto anche le esigenze dei biker non sono sempre le stesse: specialità praticate, percorsi abitualmente utilizzati, peso ed abilità dell’utilizzatore vanno sempre considerati ai fini di una scelta ottimale. Provate a pensare l’enorme differenza che passa tra un tranquillo biker che esce solo nei week-end su percorsi facili, un appassionato del xc ed un esperto endurista, sempre in cerca di percorsi impegnativi (per non parlare di DH!).

Chiaramente avranno bisogno di soluzioni diverse che soddisfino al massimo le loro esigenze.

Oppure, di un inserto che racchiuda in se tutti i vantaggi sopra menzionati…

“SoulCiccia” ci sta lavorando da un po’.

STAY TUNED: qualcosa di nuovo si vedrà al “Italian Bike Festival” di Rimini, venite a trovarci allo stand “MANDELLI” e lo scoprirete.

 

Inizia una collaborazione con un team tutto nuovo…

 

@santacruzbicycles sarà la bici dei nostri quattro atleti per questa stagione!

@santacruzbicycles will be our athletes’ bike for this season!
#TeamSognoVeneto @santacruzbicycles @sellerepente @msctires @soulciccia @damilcomponents @dolomiti_bike_shop

 

New Bike 2008 Racing Team

 

 

Ferrero e Mistretta tornano alle gare e portano in alto il nome della New Bike 2008 Racing Team alla XCO Coppa Città di Albenga. (leggi tutto…)

Grand Prix d’inverno Masters

 

Tre maglie e assalto al podio del Gran Prix d’Inverno Masters
 

 

 

 

 

 

Grandissimo inizio di stagione per Pavan Free Bike, sette giorni dopo la prima vittoria pesca un tris al Gran Prix d’Inverno e con una prestazione collettiva conclude con una grande esibizione la trasferta in Liguria, confermando il “Pavan-Style”… (leggi tutto)

Martino Fruet domina nei Master a Finale Ligure

EWS –  Master FINALE LIGURE

 

 

Dopo la bella prestazione agli Italiani di XCO “MartINOX” Fruet vince a Finale Ligure nei Master-EWS, lasciandosi alle spalle personaggi del calibro di Cedric Ravanel, Karim Amour e un altro italiano “inossidabile” come Bruno Zanchi.

 

 

Ora lo aspettiamo protagonista di un’altro importantissimo evento come i mondiali di E-Bike a Leogang: sicuramente le batterie della sua Lapierre  non soffriranno troppo, visto che Martino – soprannominato “Duracell” – ci metterà parecchio di suo…

EWS – FINALE LIGURE

 

Gara tiratissima quella svoltasi nell’ultimo weekend di settembre per la seconda prova italiana dell’ EWS a Finale Ligure. Alla fine l’ha spuntata Jesse Melamed seguito da Florian Nicolai e Jack Moir. Molto bene gli Italiani con Matteo Raimondi 14° alla fine, miglior risultato italiano di sempre in questa specialità. Un po’ indietro gli altri, ma, con un po’ di fortuna poteva andare ancora meglio. Al C.O. di metà gara infatti, i due italiani Marcello Pesenti e Matteo Raimondi ( foto a fianco) erano staccati di pochi decimi di secondo (!) in 12^ e 13^ posizione. Poi nell’ultima speciale Marcello ha voluto dare il tutto per tutto alla ricerca del miglior risultato, incappando purtroppo in una roccia che gli daneggiava il pneumatico. Alla fine comunque all’arrivo al 66° posto in classifica con la consapevolezza, anche per lui, di poter puntare alle zone alte della classifica mondiale.

 

Un po’ sottotono la prestazione del nostro Erwin Ronzon, un po’ affaticato dalla doppia trasferta condita da qualche imprevisto di troppo… Le gambe non giravano come dovuto e qui, oltre a guidare bene, c’era anche un sacco da pedalare Alla fine un comunque rispettabile 44° posto con un ottimo 15° tempo nella terza speciale, molto tecnica.

 

Se volete vivere la gara dal loro punto di vista qui sotto trovate i link ai loro race vlog:

https://www.youtube.com/watch?v=OWsbkqBxR4o

https://www.youtube.com/watch?v=qLYHIfAwdhs

 

 

 

 

 

6 ore Bibione Bike Trophy

Franz Hofer 2° alla 6 ore di Bibione

Grande prestazione per Franz Hofer, secondo assoluto alla 6 ore di Bibione Bike Trophy. Alla settima edizione delle sei ore di Bibione Bike Trophy, in provincia di Venezia, Franz Hofer ha sfiorato la vittoria ed è giunto secondo, lottando fino alle ultime centinaia di metri con il campione europeo in carica ed ex campione del mondo Tiago Ferreira, dopo aver pedalato senza lesinare alcuna energia dalle 16 alle 22, lungo le strade ed i sentieri di un percorso movimentato e tecnico, con alternanza di asfalto, sterrato e sabbia.
“È stata un’esperienza positiva, capace di contribuire a tenere alto il morale. – ha commentato Hofer – la sei ore si è rivelata una corsa tosta, poichè, sin dal primo giro, siamo rimasti in pochi e poi io sono stato sempre davanti per non perdere le prime posizioni e ho cercato di gestire le forze nel miglior modo possibile. Alla fine siamo rimasti io e Ferreira ed abbiamo cercato di andare in modo regolare nelle ore conclusive, ma nel rettilineo dell’arrivo ha allungato ed io sono giunto distanziato a una manciata di secondi.”
“È stata una divertente e ben organizzata – ha detto Simone Linetti, compagno di team, arrivato sesto assoluto e in terza posizione Elite – rimane, però, un pizzico di amarezza, dato che stavo girando in terza posizione assoluta ed un problema tecnico al faro mi ha penalizzato.

EWS – Pietra Ligure, italiani in crescita

 

Enduro World Series – Pietra Ligure

Buona prestazione complessiva degli atleti italiani alla prima delle due prove italiane di EWS, con Marcello Pesenti, primo degli italiani e 18° assoluto che, malgrado qualche caduta, centra il suo miglior risultato nella Serie Mondiale ed i connazionali Mirco Vendemmia 21° e Marcello Raimondi 27° che completano il buon risultato complessivo.

Sfortunato Erwin Ronzon, rallentato da un problema alla catena nella P.S.1 e comunque autore di ottimi tempi nelle rimanenti prove. Lo aspettiamo ancora più motivato nell’appuntamento di Finale Ligure il prossimo weekend.

Campionati Italiani XCO 2020

Campionati Italiani XCO 2020

Si sono svolti questo fine settimana i CAMPIONATI ITALIANI XCO 2020 al Ciocco. Numerosi  gli atleti che hanno gareggiato proteggendo le loro ruote con gli inserti SoulCiccia, a cominciare dal “inossidabile” Martino Fruet  del Team Trentino Lapierre, che ha conteso fino all’ultimo la vittoria a M.A.Fontana nella gara delle E-Bike del venerdì per poi ottenere un onorevolissimo piazzamento nella gara Elite del sabato. Da sottolineare che era al suo 29° Campionato Italiano in 29 anni di carriera… Chapeau!

Complimenti anche alle nuove maglie tricolori: Eva Lechner e Luca Braidot, con l’augurio di averli presto tra i biker “calzati” con i nostri inserti.

Grande prestazione di squadra per il PAVAN FREE BIKE Asd che torna a casa con una Maglia Tricolore nelle Master W3 della bravissima Paola Bonacina, e sfiora il colpo grosso nei Master 2 con Alberto Riva (Campione uscente) e Silvio Olovrap nei Master 5.  Vanno a podio anche anche  Giovanni Bartesaghi dopo una furibonda rimonta dalla decima posizione nei Master 6 e Karin Tosato nelle MasterW2. Ottimi anche i piazzamenti di Giorgio Redaelli (4°M2) e  del Campione uscente Renato Cortiana (7°M1).

 

 

Un ottimo bilancio quindi per il PAVAN FREE BIKE con una medaglia d’oro, due d’argento e due di bronzo, a ripagare gli sforzi l’impegno e la passione verso questa specialità da parte della società di Sovico, dei  suoi dirigenti e soprattutto di atlete ed atleti.

 

 

Era presente, anche se a ranghi ridotti  per la concomitante “6 ore di Bibione” il NEW BIKE 2008 RACING TEAM, che con Giuseppe Panariello, autore di una bella rimonta dall’ultima posizione fino al 14° posto negli U23, e Simone Ferrero (23°Elite) si sono fatti onore anche in una specialità che non è la loro.